Chi Sono

Chi sono?

Amo definirmi un ” Cervello in fuga ” ma con il CORPO e la MENTE ben piazzati lì, dove CORPO e MENTE, insieme, decidono di stare. Perché ad un “Cervello in fuga” occorrono solide gambe non per camminare ma per esplorare, abili mani non per cercare, ma per creare, ed acuti occhi non per guardare ma per prevedere.

Sono un medico, specialista in Endocrinologia e Malattie del Ricambio che, oltre alla passione per la medicina, coltiva la passione per la storia, i viaggi, la famiglia e le sfide.

Formazione

I miei studi in medicina iniziano nel 1995, quando mi sono iscritto al Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia dell’Università di Pisa. Conseguo la laurea nel 2002 con il massimo dei voti e dopo aver frequentato per un breve periodo il Reparto di Endocrinologia dell’Ospedale Cisanello di Pisa, allora diretta dal Prof. Aldo Pinchera, capisco che l’Endocrinologia “fa per me”. Superato il test d’ingresso, inizia un “viaggio” lungo 5 anni che mi ha portato a scoprire come gli “ormoni” siano alla base del funzionamento di tutto il nostro organismo. Potrei paragonarli ad un enorme sistema di messagistica “organica” tramite i quali, parti distanti del corpo comunicano tra di loro per il corretto funzionamento dell’organismo nella sua immensa compessità.Ho avuto anche l’onore di essere stato assistente del Prof. Aldo Pinchera, medico, scienziato ed endocrinologo di fama internazionale fondatore della Scuola Pisana di Endocrinologia. Oltre al percorso formativo previsto, mi sono dedicato anche all’applicazione dell’ecografia del collo e all’esecuzione dell’agoaspirato tiroideo per lo studio della patologia nodulare della tiroide ed ho approfondito lo studio del metabolismo fosfo-calcico con particolare attenzione all ‘osteoporosi e all’ iperparatiroidismo primario. Nel 2007, conseguo il diploma di Specializzazione in Endocrinologia e Malattie del Ricambio con il massimo dei voti e la mia tesi è spunto per la pubblicazione di un articolo sulla rivista JCEM, prestigiosa rivista scientifica del settore, dal titolo “Morphometric vertebral fractures in postmenopausal women with primary hyperparathyroidism“.

Dopo la specializzazione, decido di approfondire lo studio dell’ecografia del collo e dell’agoaspirato eco-guidato con ago-sottile (FNA-US) che avevo iniziato durante la specializzazione, e continuato successivamente, conseguendo la certificazione di “Ecografista della Patologia Endocrina del Collo (EPEC)”, promossa dall’Associazione Medici Endocrinologi (AME) e del tutto analoga all’Endocrine Certification in Neck Ultrasound (ECNU) promossa dall’American Association of Clinical Endocrinologists (AACE) negli USA. Il possesso di tale certificazione “garantisce” di seguire gli standard stabiliti da  AME/AACE riguardanti le modalità di refertazione dell’ecografia tiroidea, la “corretta” terminologia da usare nella descrizione della tiroide e dei noduli tiroidei e le indicazioni da seguire per l’esecuzione dell’FNA-US. Ho frequentato, inoltre, l’ XI Corso Multidisciplinare di Patologia e Citologia Tiroidea organizzato dalla Fondazione Gemelli e dall’Università Cattolica Sacro Cuore di Roma, tenuto da scienziati italiani e stranieri di fama internazionale, incentrato sulle nuove metodologie di indagine genetica per l’inquadramento diagnostico dei noduli tiroidei.

Allo stato attuale, ho eseguito più di 4000 ecografie del collo e di 6000 FNA-USA per l’inquadramento della patologia nodulare tiroidea.

Decido, successivamente,  di allargare i miei interessi e di approfondire i rapporti che legano la nutrizione all’Endocrinologia e di come una corretta alimentazione rappresenti un valido ed efficace strumento per la prevenzione delle malattie cardiovascolari e cronico-degenerative. Decido, così, di:

– conseguire il titolo di “Master in Scienze dell’Alimentazione e Dietetica Applicata” dell’Università degli Studi di Roma Unitelma Sapienza, discutendo la tesi dal titolo “Trattamento nutrizionale della sarcopenia nel paziente anziano” riportando il massimo dei voti;

– frequentare il “Corso di Perfezionamento in Nutrigenetica, Nutrigenomica e Nutraceutica” dell’Università di Firenze;

-frequentare il “Corso di Aggiornamento in Applicazione della dieta chetogenica” dell’Università di Pavia;

-frequentare il “Corso di Perfezionamento in Nutrizione e Longevità” organizzato dall’Università di Genova, incentrato sulla nutrizione quale valido strumento per “prolungare la vita in salute” e sugli effetti della dieta mima- digiuno sulle diverse patologie.

Per “rinsaldare” quanto pazientemente appreso durante gli anni di specializzazione sulle malattie del Metabolismo Fosfo-Calcico, decido di frequentare il “Corso di Perfezionamento in Osteoporosi e Malattie Metaboliche dello Scheletro” organizzato dall’Università Sapienza di Roma, con il patrocinio della SIOMMS (Società Italiana di Osteoporosi e Malattie Metaboliche dello Scheletro), la più importante società italiana che raggruppa i maggiori esponenti italiani del settore. Un corso intensivo ed esaustivo sull’osteoporosi a testimonianza, ancora una volta, di come l’Endocrinologo svolga un ruolo fondamentale nell’inquadramento diagnostico e terapeutico di una delle malattie più diffusenel mondo che affligge, non solo le donne, ma anche i maschi.

Questo è quello che ho fatto finora, ma non è niente se confrontato con quello che bisogna fare continuamente tutti i giorni per essere sempre aggiornati……perchè la Medicina è un percorso di formazione che dura tutta la vita.